Divisa Altopianobike

Ecco la divisa 2013 di altopianobike e lo scaldacollo tubolare leggero da usare sia come scaldacollo che come sottocasco...Come potete vedere c'è solo il nostro marchio per poterla usare ovunque. Per chi fosse interessato è pregato di inviare una mail attraverso il modulo di contatto!

Con il Patricinio del..

Asiago, Valbella, Biancoia, Monte Corno, Prunno

Si parte da Asiago salendo verso la contrada Pennar. Arrivati in contrada Pennar, dopo lo scollinamento si tiene la sinistra proseguendo la discesa. Circa 500 metri dopo, allo stop (nei pressi della discoteca Snoopy) si svolta a sinistra. Dopo un chilometro, prima del ristorante albergo Dori, si gira a destra verso località Bertigo-Valbella, zona di aspri combattimenti durante la Grande Guerra.
Si prosegue per la strada asfaltata fino a imboccare la strada sterrata, appena dopo la partenza delle sciovie di Monte Valbella. Proseguendo sempre lungo la principale, con vari saliscendi, si passa attraverso le località Laben, Stenfle, Melaghetto, Melagon, fino a oltrepassare una zona di estrazione del marmo.
Quando si ritrova la strada asfaltata principale si svolta a sinistra verso la contrada Sasso e, finita la discesa, si gira a destra passando vicini al campo sportivo.
A questo punto si lascia a sinistra la Calà del Sasso, nota via di commercio per gli abitanti dì un tempo perché permetteva di raggiungere la sottostante Valstagna attraverso ben 4444 scalini e grazie a uno scivolo che faceva arrivare fino al fiume Brenta migliaia di tronchi d'albero, legname utilizzato per costruire le navi e le abitazioni della Serenissima Repubblica di Venezia.
Si percorre la Val Scausse, dapprima con saliscendi e poi con salita importante, sempre su strada sterrata. Attraversata una zona di estrazione del marmo e tenendo la sinistra al primo incrocio, si lasciano sulla sinistra le stradine secondarie fino allo scollinamento. Poi, proseguendo sempre per la strada principale, si scende fino ad arrivare alla località Biancoia e si incontra la strada asfaltata. Da qui si gira a destra e, dopo 500 metri circa, allo stop si svolta a sinistra in direzione di Bassano.
Dopo altri 500 metri circa si gira a destra e si percorre una strada panoramica semipianeggiane fino ad arrivare a un nuovo incrocio. Si svolta a sinistra in direzione di Lusiana e, dopo quasi 2 chilometri, si prende a destra una strada che sale al Monte Corno. Dopo un chilometro si svolta a destra, in salita, su di una strada sterrata che porta alle cave di marmo della località Bertiaga.
Poi, tenendo sempre la sinistra, dopo circa2 chilometri si incrocia la sterrata che sale dalla Valle Campo Rossignolo. Si svolta a sinistra e dopo meno di 2 chilometri si ritrova la strada asfaltata. La si segue in direzione Monte Corno, prima per un breve tratto in discesa, poi tenendo la destra, per circa 2 chilometri in salita, fino ad arrivare al Monte Corno. Da qui si continua la strada asfaltata in leggera discesa tenendo la destra, passando di fronte al Rifugia Monte Corno, alla baita Monte Corno, a un cimitero inglese della Grande Guerra, alla Malga Pecca e al Rifugio Granezza. Si scende per la sterrata verso il Barenthal tenendo la destra; in prossimità del Rifugio Pria dell'Acqua e ancora la destra quando si incrocia la strada che va alla località Lazzaretto. Prima di arrivare al Bivio Lucca si svolta a destra e ci si inoltra in una stradina erbosa e un pò sassosa che passa sotto il ponte della strada provinciale.
Si arriva in località Prunno e si attraversa il campo pianeggiante, lasciando sulla sinistra la strada asfaltata che ritornerebbe alla provinciale e sulla destra la traccia delle piste da fondo del Centro Fondo Asiago. Si scende sempre diritti fino a incrociare una strada più sassosa, dopo una staccionata. Tenendo la sinistra altra versando la stradina della località Klama si arriva sempre su strada di erba fino alla chiesetta di Santa Maria Maddalena. Da qui, passando sotto il ponte, si può raggiungere la località Bellocchio e la vìa San Carlo, vicinissimi al centro di Asiago.

Altre Informazioni

  • Itinerario n°: 5
  • Partenza: Asiago - Stadio del ghiaccio
  • Lunghezza: 36 Km
  • Dislivello: 700 mt.
  • Difficoltà: medio
  • Tempo: 3h 30min
  • Quota Max.: 1310 mt